Millefoglie dell’imbroglione (da un’idea di Agata Parisella)

IMG_0379.JPG

Il dessert è sempre stata la mia portata preferita. Tendo a diffidare dei ristoranti che a fine pasto presentano la carta della Bindi (da quest’estate anche personalizzata) e, anche se capisco che la preparazione dei dolci è lunga e complessa, penso che almeno una pannacotta e un tortino dal cuore caldo potrebbero essere presenti in ogni menù.

IMG_0364.JPG

Personalmente non ho mai lesinato il tempo in cucina: la pasticceria è questione di pazienza e precisione e, con un po’ di tecnologia non è difficile riprodurre i classici della pasticceria italiana e francese. Negli ultimi 10 anni ho provato, tra alti e bassi, a fare un po’ di tutto. Davanti alla pasta sfoglia però ho capitolato: per le torte salate ho sempre utilizzato altre basi, per i dolci mi sono tenuta lontana da tutto ciò che ne prevedeva l’uso. Il pensiero dei giri, della sveglia ogni 30 minuti, di una giornata intera in venerazione del frigo mi fa sentire male: quando è troppo è troppo!
Poi, qualche anno fa su una rivista della Cucina Italiana la rivelazione: il permesso scritto di Agata Parisella, nota chef di Roma.

IMG_0378.JPG

Ingredienti (10 porzioni)

500 gr di latte
500 gr di panna
2 confezioni g 230 cad. di pasta sfoglia stesa rotonda
150 gr di zucchero semolato
60 gr di farina
5 tuorli
un baccello di vaniglia
zucchero a velo

Preparare una crema pasticcera. Per i meno esperti: scaldare il latte fino ad ebollizione insieme al baccello aperto e battere leggermente i tuorli con lo zucchero e la farina; versare il latte sulle uova e filtrare il composto, cuocere per circa 5′, mescolando. Immergere infine la ciotola in acqua e ghiaccio per fermare la cottura.

Infornare i dischi di pasta sfoglia sulla placca del forno senza toglierli dalla carta che li avvolge a 200 °C per circa 10′ finché non saranno gonfi. Nel frattempo montare la panna e unirla alla crema con la frusta a mano. Togliere la sfoglia dal forno e spolverizzarla con abbondante zucchero a velo.

IMG_0375.JPG

Alzare la temperatura a 250 °C (o accendete il grill) e rimettere i dischi nel forno per il tempo che serve a caramellare lo zucchero (pochi minuti). Spezzettare i dischi di sfoglia e dividerli nei piatti alternandoli a strati con la crema. Volendo, è possibile aggiungere fragole o frutti di bosco.

Annunci

One thought on “Millefoglie dell’imbroglione (da un’idea di Agata Parisella)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...