Apple pie

20140506-193158.jpg

Sono sempre molto contenta quando qualcuno chiede una mia ricetta; credo nell’opensource, anche in quello culinario. La ricetta in questione è quella della vera torta di mele americana e la fonte è questo blog. Le modifiche sono state pochissime visto che, come sempre, l’autrice è stata molto precisa.
La torta di mele è sempre stata per me un cavallo di battaglia; ho una ricetta collaudatissima di una torta morbida lievitata che piace a tutti. Le apple pie provate prima non mi hanno mai convinto: stucchevoli, con troppa cannella o dure. Questa versione invece ha la crosta che rimane croccante e l’interno morbido e acidulo. L’unica parte delicata del procedimento è la sigillatura della torta prima di cuocerla: se, come me, siete dei pasticcioni, meglio mettere una teglia sotto la tortiera o vi ritroverete con zucchero bruciato da pulire per tutto il forno. Ho anche aumentato un pochino le dosi della pasta perché la prima volta ho avuto qualche problema a tirarla. Forse avevo troppe mele, forse non ho tirato abbastanza, ma alla fine la torta non si è chiusa bene e c’è stata un’emorragia di succo. Per fortuna appena sfornata ho drenato il liquido con una siringa e la ferita si è rimarginata. Se avete una mano migliore e la pasta dovesse avanzare, potete sempre usarla per le decorazioni.

20140409-233844.jpg

Ingredienti

per il guscio

350 g di farina
225 g di burro
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di zucchero semolato
acqua ghiacciata

per il ripieno

un kg di mele (meglio se Granny Smith o renette)
80 g di zucchero semolato
25 g di amido di mais
il succo di due limoni
scorza grattugiata di un limone
cannella

per la copertura

2 cucchiai di panna fresca
zucchero semolato
zucchero a velo

Tagliare il burro freddo a cubetti e unirlo a farina, sale e zucchero. Lavorare il tutto con le dita in modo da intridere il burro con la farina fino ad avere un composto granuloso. Aggiungere l’acqua ghiacciata un cucchiaio alla volta, fermandovi appena il composto sta insieme. Dovrebbero servirne circa 5 cucchiai da tavola. Io ho preparato il composto con il gancio a K della planetaria riprendendola qualche secondo con le mani alla fine. Questo impasto va lavorato poco e per un tempo breve per far rimanere la crosta friabile.
Avvolgere la pasta nella pellicola e metterla in frigo da 2 a 12 ore.

Sbucciare le mele e tagliarle a cubetti grossolani. Irrorarle subito con il succo di limone e la scorza. Unire lo zucchero, la cannella (a piacere) e l’amido di mais mescolando bene.

Stendere metà della pasta con uno spessore di 4 mm e adagiarla nella teglia imburrata e infarinata. Versare le mele con tutto il succo e chiudere con un altro strato di pasta. Sigillare molto bene il bordo,
Spennellare con poca panna fresca e spolverizzare con zucchero semolato.
Praticare due o tre tagli sulla superficie per far uscire il vapore in cottura.
Cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 45 minuti/un’ora.

20140409-234141.jpg

Far riposare il dolce almeno un’ora a temperatura ambiente. Una volta freddo (o tiepido), spolverizzare con zucchero a velo. Si può accompagnare con gelato alla vaniglia o panna montata.

20140506-193701.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...